You are here: Sgariboldi/Tecnologia/Tecnologia Gulliver

Tecnologia Gulliver

sga_info_L01_13_10_22-03

UN TAGLIO CALIBRATO SUGLI INGREDIENTI

Gulliver nasce per rispondere a una priorità: modulare al massimo l’azione di taglio, trattando ogni materia prima in base alla propria natura e struttura costitutiva, per poi omogeneizzarla durante la fase di miscelazione. Questo innovativo sistema separa le fasi di taglio e miscelazione, rispettando la struttura di ogni singolo ingrediente e riducendo i tempi di lavoro. Ogni nutriente del piatto unico può così essere lavorato tenendo conto delle sue specifiche caratteristiche.L’azione di lavoro si traduce in:

  • più precisione
  • più delicatezza
  • tempi ridotti
  • meno consumi


Nel 2004 Gulliver ha ottenuto il premio internazionale Inel d’Or conferito dall’autorevole Eleveur Laitier, come novità tecnica per la categoria macchine per l’allevamento. Nel 2005 ha vinto il premio conferito dal Gruppo DLZ, come novità tecnica per la tecnologia nell’alimentazione dei bovini. Gulliver, grazie alla sua rivoluzionaria tecnologia, può vantare - unico in Italia - la certificazione della qualità di miscelazione da parte del CNR (Consiglio Nazionale di Ricerche). Le prove condotte certificano che Gulliver è idoneo anche alla preparazione di mangimi composti e composti integrati.

PRIMA TAGLIA

L’apparato fresante di Gulliver, disponibile in differenti versioni, può essere dotato a richiesta di un mulino a coltelli per il taglio dei prodotti a fibra lunga. Il mulino a coltelli, posto all’interno del trasportatore, può essere inserito o disinserito in relazione al tipo di alimento da caricare.In questo modo si ottimizza e completa la funzione della fresa, trattando al punto giusto i prodotti più svariati appena prima dell’ingresso in vasca di miscelazione. L’operatore può scegliere facilmente di tagliare più lungo, più corto o di non tagliare. I foraggi a fibra lunga vengono tagliati dalla fresa o dalla combinazione fresa/mulino durante la fase di caricamento. Gli altri ingredienti delicati, quali ad esempio insilati di mais e sfarinati, vengono convogliati direttamente nella vasca di miscelazione, senza passare dal mulino. Questa tecnologia è la più richiesta per preservare al meglio la struttura di ogni singolo prodotto.

POI MISCELA

Tramite il trasportatore, coadiuvato da un sistema elettronico a flussi differenziati "brevettato", tutto confluisce nella vasca in modo intelligente. Al grande ed unico aspo a pale non resta che omogeneizzare delicatamente i diversi ingredienti. Così appena terminato il carico si può passare subito alla distribuzione riducendo, al minimo i tempi e l’energia assorbita. Appositi utensili pulitori garantiscono il completo svuotamento della vasca eliminando possibili fenomeni di fermentazioni dei residui di miscelata.